Home page > Interviste e racconti > Europa > Italia
Corelli: diario di una rivolta (luglio 2008)

Mentre l’Italia si prepara a varare il pacchetto sicurezza e l’Europa a far entrare in vigore la direttiva ritorno che, tra le altre norme, prevede una detenzione amministrativa di 18 mesi, i detenuti dei centri di detenzione europei e italiani si fanno sentire con varie proteste e rivolte.

Dopo quello di Parigi e quello di Torino, è la volta del centro di Corelli, a Milano. All’inizio di luglio, la prima avvisaglia. Un detenuto portato nel centro dopo una lunga permanenza in carcere con un solo desiderio: lasciare l’Italia. E’ stato, infatti, il rinvio del volo di espulsione che l’ha fatto reagire di fronte alla polizia che, ovviamente, ha risposto nel solito modo: picchiandolo. Di lì la reazione dei suoi compagni di detenzione e una prima rivolta sedata dopo alcune ore dalla polizia. Cinque giorni dopo, i detenuti proclamano uno sciopero della fame, in tutte le sezioni del centro. Seguono giorni di proteste dentro e fuori dal centro, dal momento che un comitato antirazzista sostiene la lotta dei detenuti. Comincia così a trapelare al di fuori la normalità della detenzione: cibo scarso e scadente, nessuna attenzione per le cure mediche, nemmeno nel caso di malati o malate di Aids, espulsioni continue, anche in paesi diversi da quelli di origine, udienze di convalida del trattenimento rifatte nel caso in cui qualche giudice provi a interrompere la routine di una firma apposta al trattenimento. La protesta, però, permette ai detenuti di parlare all’esterno: interviste, contatti telefonici con coloro che li sostengono da fuori, appelli per spiegare il perché della protesta. Il centro, nel frattempo, si fa sempre più blindato: camionette dei carabinieri, macchine della polizia e della guardia di finanza, funzionari della digos impediscono ogni possibilità di avvicinarsi ai muri che lo circondano. Ma lo sciopero continua e si trovano anche altre forme di lotta. Nella notte tra giovedì e venerdì 11 luglio il centro brucia, in seguito a un ennesimo episodio di repressione da parte della polizia. Riportiamo qui alcune interviste comparse in questi giorni sui siti internet e i racconti raccolti dal Comitato antirazzista di Milano.

(luglio 2008)

Sonia, Corelli brucia. Milano, 11 luglio 2008 (intervista raccolta dal comitato antirazzista milanese)

Corelli: intervista a Nella, Milano, 10 luglio 2008 (intervista raccolta dal Comitato antirazzista milanese)

Almedia, il racconto della rivolta, Milano, 11 luglio 2008 (intervista audio raccolta dalla redazione di Melting pot)

Kostia, perché siamo in sciopero della fame, Corelli, Milano, 6 luglio 2008 (intervista raccolta dalla redazione di Melting pot)

Il progetto
Français
English

Interviste e racconti
Africa
Europa
Nord America
Sud America
Australia
Asia

Politiche migratorie e dispositivi di controllo
Interviste e documenti
Cronologia

Immagini e Video
Video
Immagini

Links
scritture migranti
escrituras migrantes
Passaparole Milano

Iscriviti alla Newsletter