Nella stessa rubrica

La frontière de tous les dangers (Photoreportage par Martin Beaulieu et Sophie Mangado, États-Unis-Mexique, juin 2011)

Frontière Grèco-Turque et Turco-Bulgare-2011 (reportage fotografico di Sara Prestianni, maggio 2011)

Harraguantanamo. Reportage fotografico di un migrante tunisino (di Ilyess ben Chouikha, Tunisia-Italia-Francia, maggio 2011)

Faces of the displaced (Tunis, march 2011, photos )

Fronteras invisibles (di Olmo Calvo, Spagna 2010)

Immagine bianca. Najoua e le sue labbra cucite (Italia, maggio 2010)

Lezioni di resistenza: al campo rom di via Triboniano a Milano (Italia, maggio 2010)

El muro del Atlántico (reportage fotografico di Juan Medina, 2010)

Search for survival in Europe (slide show, Msf, december 2009)

"Réfoulés à Tinzaouaten" (reportage photographique, Sara Prestianni, décembre 2009)

Fronteras invisibles (di Olmo Calvo, Spagna 2010)

Olmo Calvo, fotografo della testata spagnola Diagonal, e il fotoreporter Edoardo León hanno documentato per mesi le retate effettuate dal Cuerpo Nacional de Policía nei quartieri di Madrid ai danni dei migranti. Questo lavoro offre uno sguardo in più intorno alla polemica accesasi nel febbraio 2009, quando il Ministro dell’Interno spagnolo, Alfredo Pérez Rubalcaba, negò di aver fatto circolare una direttiva tra i Commissariati di Polizia della capitale che avrebbe caldeggiato un inasprimento dei controlli ai migranti, volto all’individuazione, all’arresto e all’espulsione di sin papeles. Nonostante la sementita da parte del ministro, continuano a verificarsi retate, quindi controlli polizieschi indiscriminati, per le strade cittadine, negli esercizi pubblici maggiormente frequentati da cittadini stranieri o in prossimità degli Uffici Immigrazione. Lo scorso febbraio 140 Ong hanno denunciato il trattamento discriminatorio di tale pratica di controllo.
Le 35 fotografie del lavoro documentaristico “Fronteras invisibles” sono state scattate durante le perquisizioni ai danni di migranti, fermati arbitrariamente per le strade della capitale per il consueto controllo dei papeles. Il progetto include anche una videointervista ad alcuni di essi che raccontano in prima persona dei controlli subiti, delle deportazione dei loro familiari e delle condizioni di reclusione nei CIE. Le fotografie saranno visibili fino alla fine di dicembre in una mostra itinerante che toccherà diverse città spagnole oppure attraverso il sito ufficiale.

http://www.fronterasinvisibles.org./

Il progetto
Français
English

Interviste e racconti
Africa
Europa
Nord America
Sud America
Australia
Asia

Politiche migratorie e dispositivi di controllo
Interviste e documenti
Cronologia

Immagini e Video
Video
Immagini

Links
scritture migranti
escrituras migrantes
Passaparole Milano

Iscriviti alla Newsletter

reportage Cachan (Sara Prestianni)

FRONTIERES SUD (Sara Prestianni)

Kidal-Gao, Mali, marzo 2008 (foto di Sara Prestianni)

Centri di detenzione (foto di Chiara Tamburini)

La loi des jungles (photos de Sara Prestianni)

Errance à Calais-photos de Sara Prestianni

Malta, dove l’Europa incatena l’Africa