Nella stessa rubrica

Statement of the Syrians after the shipwreck to the European Union (Italy, october 2013)

Let’s take this sorrow seriously. Giusi Nicolini, Mayor of Lampedusa, answers the mothers and the families of the Tunisian missing migrants

C’est au sérieux que nous devons prendre cette douleur. Giusi Nicolini, maire de Lampedusa, répond aux mères et familles des migrants tunisiens disparus

Prendiamo sul serio questo dolore. Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, risponde alle madri e alle famiglie dei migranti tunisini dispersi.

Appello per i migranti tunisini dispersi/نداء من أجل التونسيين المهاجرين المفقودين/Appel pour les migrants tunisiens disparus/Petition for missing Tunisian migrants/Unterstützungsaufruf für die vermissten tunesischen Migranten

"Da una sponda all’altra: vite che contano". Lettera ai ministri degli interni e degli esteri italiani e tunisini/رسالة للوزراء /Lettre aux ministres (Italia, 14 gennaio 2012, italiano/arabo/francese)

Cie 2011. Cronologia delle resistenze (a cura di Martina Tazzioli, Italia, gennaio 2012)

Una lettera da Adama (Italia, 17 dicembre 2011)

Donne italiane e tunisine: lettera alle giornaliste (dicembre 2011)

Per Mor per Modou (appello del Coordinamento Regionale dei Senegalesi in Toscana, Italia, dicembre 2011)

"E’ un casino della madonna!": dal Cie di Ponte Galeria (Italia, 30 marzo 2010)

(i resoconti e le interviste sono tratti da: http://www.ondarossa.info/) 30 Marzo, 2010

E’ mezzanotte e mezzo quando dai reclusi del Cie di Ponte Galeria arriva un sms: "un casino della madonna!". Chi riesce a parlare al telefono racconta che intorno alle 23.00 e’ scoppiata la protesta. I materassi bruciano e ci sono due grossi fuochi che si alzano arrivando fino all’infermeria. Alcuni reclusi sono saliti sul tetto e altri hanno spaccato tre o quattro porte di ferro e hanno quasi raggiunto il muro di cinta. Tutto il centro e’ pieno di polizia: sono dappertutto ­- in tenuta antisommossa, con manganelli, scudi e caschi ­- e intorno all’una e venti cominciano anche a sparare...

da dentro al centro ore 0.1 30 marzo 2010: http://www.autistici.org/ondarossa/archivio/silenzioassordante/100330_pontegaleria_h.01.10.mp3


30 Marzo, 2010:

Un altro recluso spiega i motivi della rivolta, scoppiata stanotte nel Cie di Ponte Galeria in seguito all’ennesimo pestaggio, mentre in sottofondo si sentono i colpi di pistola sparati in aria dalla polizia.

http://www.autistici.org/ondarossa/archivio/silenzioassordante/100330_pontegaleria_h.02.10.mp3


30 marzo (sera):

http://www.autistici.org/ondarossa/archivio/silenzioassordante/100330_pontegaleria_sera.mp3


tratto da: http://amisnet.org/agenzia/2010/03/30/ponte-galeria-rivolte-nel-cuore-della-notte-il-centro-e-senza-acqua-e-senza-luce/

Ponte Galeria: rivolte nel cuore della notte. Il centro è senza acqua e senza luce A cura di Marzia Coronati • 30 Marzo 2010

Materassi bruciati, porte di ferro divelte e due grossi fuochi che si alzano. La rivolta, iniziata nella notte tra il 29 e il 30 marzo all’interno delle mura del Centro di identificazione ed espulsione di Ponte Galeria, è solo l’ultima di una serie di proteste iniziate all’inizio del mese.

Anna Pizzo, consigliera regionale, ha provato ad entrare nel centro la mattina del 30 marzo, ma gli è stato vietato l’accesso. Pizzo è riuscita a parlare con il direttore, che ha detto che ora, a seguito delle sabotazioni portate avanti dai protestanti, i reclusi si trovano senza luce e senza acqua. Il direttore ha negato che la protesta sia stata repressa con la forza, ma in alcune corrispondenze telefoniche registrate nel corso della notte da Radio Onda Rossa si sentono spari, e i reclusi hanno raccontato che il centro era pieno di polizia in tenuta antisommossa.

L’ultimo aggiornamento risale alle tre di notte, quando le fiamme erano ancora accese e alcuni reclusi ancora sui tetti. Da allora i telefonini di chi è dentro sono risultati irraggiungibili.

Marzo è stato un mese molto caldo per i Cie di tutta Italia. Uno sciopero della fame, iniziato a Milano nel centro di via Corelli, si è poi diffuso a macchia d’olio in diverse strutture del paese. A Ponte Galeria un recluso è ancora in sciopero, non mangia da venti giorni, “sembra un fantasma”, hanno commentato i suoi compagni.

30 marzo: le dichiarazioni del Garante dei detenuti

IMMIGRATI: GARANTE DETENUTI, INGESTIBILE SITUAZIONE CIE PONTE GALERIA 30-03-2010

(ASCA) - Roma, 30 mar - Notte di violenza al Cie di Ponte Galeria a Roma. Il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni, ha riferito che, dopo un tentativo di evasione fallito sul nascere, gli ospiti del Centro hanno dato vita a manifestazioni di protesta culminate con il rogo di materassi e suppellettili. I danni causati ammonterebbero a diverse migliaia di euro. ’’Nonostante gli sforzi dei nuovi gestori del Centro per tentare di garantire condizioni di vita normali nel centro, la situazione a Ponte Galeria e’ sempre piu’ pesante - ha detto il Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni - i lunghi tempi di permanenza stanno trasformando i Cie in luoghi di tortura psicologica dove le esplosioni di protesta e gli atti di disperazione sono quasi all’ordine del giorno. Quanto accaduto questa notte e’ la drammatica conferma che non basta far sparire l’immigrazione dai giornali per considerarla un problema ormai risolto’’.

http://www.asca.it/regioni-IMMIGRATI__GARANTE_DETENUTI__INGESTIBILE_SITUAZIONE_CIE_PONTE_GALERIA-482269-lazio-8.html

Il progetto
Français
English

Interviste e racconti
Africa
Europa
Nord America
Sud America
Australia
Asia

Politiche migratorie e dispositivi di controllo
Interviste e documenti
Cronologia

Immagini e Video
Video
Immagini

Links
scritture migranti
escrituras migrantes
Passaparole Milano

Iscriviti alla Newsletter

Sovereto: centro di seconda accoglienza (2007)

Prigioni libiche (interviste raccolte nel Centro di detenzione di Lampedusa) (2007)

Migranti e capitali a oriente del Nordest (2001-2002)

Gruppo Richiedenti Asilo Roma, 2008

Boat Migration to Italy (2007)

In altre parole

Forme di auto-organizzazione, Venezia-Treviso, Italia, 2002-2004

Corelli: diario di una rivolta (luglio 2008)

Che ci faccio io qui? Storie di donne migranti, Roma 2007 (a cura di Asinitas Onlus)

Castel Volturno

Testimonianze dai Cpt (interviste di Marco Rovelli, Italia 2005)

Io non sono un ladro di fiori, io stesso mi son fatto rosa (dal taccuino di Zaher Rezai, dicembre 2008)

Donne dall’est Europa (interviste di Laura Lobina, Italia 2006)

“Veli svelati”. Soggettività del velo islamico (Interviste di Donatella Romanelli, Italia 2007)

Tunisia Ventimiglia (Italia, interviste audio, 9 aprile 2011)

Mentone Ventimiglia: siamo tutti clandestini. Teatri dell’immedesimazione (Italia, aprile 2011)

Esistenze sospese e resistenze al CARA di Mineo (Italia, gennaio 2012, a cura di Glenda Garelli e Martina Tazzioli)