Nella stessa rubrica

Pour un Maroc terre d’accueil. Halte aux rafles et aux expulsions des Migrants (Communiqué, Maroc, janvier 2011)

Lettre ouverte des associations des migrants et des réfugiés Subsahariens au Maroc adressée au chef de mission du Hcr-Maroc (Maroc, août 2010)

Message du Collectif des Réfugiés au Maroc (Collectif des Réfugiés au Maroc, juin 2010)

Lettre ouverte de la Communauté camerounaise du Maroc (Maroc, avril 2010)

Dans la forêt ghetto de Oujda (Maroc, mars 2010)

Violence sexuelle et migration (Médecins Sans Frontières, Maroc, Mars 2010)

"Ma vie est brisée ici, je vis dans une maison abandonnée, c’est dur à 21 ans", lettre de Hassan el-Bouyahyoui à Sarkozy (Maroc, mars 2010)

Najlae Lhimer. Rimpatriata perché era stata picchiata (Francia-Marocco, febbraio 2010, intervista video)

Marocco, la lotta dei rifugiati (lettera-racconto di Archipes Mabialansamuambote, luglio 2009)

Rêve d’Europe (par Fiston Massamba, mars 2009)

Najlae Lhimer. Rimpatriata perché era stata picchiata (Francia-Marocco, febbraio 2010, intervista video)

Era arrivata in Francia a 14 anni. Ospite del fratello, Najlae Lhimer, che ora ha 19 anni, è stata spesso vittima della violenza di quest’ultimo, sino all’ultima volta, in cui dopo un episodio di violenza più forte degli altri decide di denunciarlo. Alla gendarmeria di Château-Renard (Loiret) scoprono però che è priva di permesso di soggiorno, l’arrestano per poi espellerla. Sabato 20 febbraio Najlae è stata caricata a forza su un aereo ed espulsa in Marocco. In Francia, numerosi collettivi e gruppi di difesa dei migranti e delle donne fanno sapere che il suo è il quarto caso in pochi mesi, nel Loiret, di donne vittime di violenza espulse o che hanno rischiato di essere espulse, mentre si forma un collettivo di solidarietà che chiede il suo rientro. In Marocco, Najlae trova la solidarietà di un gruppo di uomini e donne impegnate nella difesa dei migranti che seguono il suo caso, denunciano la violenza e l’assurdità della sua espulsione e chiedono il suo rientro in Francia. Qualche settimana dopo, la decisione da parte delle autorità francesi: Najlae Lhimer può rientrare in Francia. Il 13 marzo 2009 Najlae Lhimer ritorna a Parigi, accolta dal comitato di solidarietà.

Pubblichiamo qui la sua intervista rilasciata a Casablanca, qualche giorno dopo la sua espulsione.

intervista a Casablanca:
http://dailymotion.virgilio.it/video/xcd7ok_battue-a-paris-l-hiver-a-casablanca_news

Il progetto
Français
English

Interviste e racconti
Africa
Europa
Nord America
Sud America
Australia
Asia

Politiche migratorie e dispositivi di controllo
Interviste e documenti
Cronologia

Immagini e Video
Video
Immagini

Links
scritture migranti
escrituras migrantes
Passaparole Milano

Iscriviti alla Newsletter

Marocco, rifugiati e richiedenti asilo (2006-2007)